Hotel Les Neiges D Antan | Ristorante a Cervinia dove provare sapori del territorio
Il ristorante de Les Neiges d'Antan è aperto a tutti, non solo agli ospiti dell'hotel, e propone una ricercata cucina di territorio
40701
page,page-id-40701,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,wc-shortcodes-font-awesome-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,fade_push_text_top,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.4,vc_responsive

Ogni momento ha un gusto speciale

Scopri

Deliziare gli ospiti con sapori memorabili è una squisita tradizione
dell’hotel Les Neiges d’Antan.

Qui tutto parla di gusto, con il buono del fatto in casa: pane nero,
paté d’anatra, trota affumicata, gnocchi, gelato e marmellate
sono a centimetri zero.

 

La colazione risveglia i sensi con le torte e le marmellate fatte in casa,
i salumi e i formaggi della Valle, l’affascinante selezione di tè in foglia.

 

Il ristorante è presente da anni nelle più importanti guide gastronomiche
internazionali, ma soprattutto è sempre presente nei desideri e nei ricordi
degli appassionati della cucina valdostana.

 

Nella cantina, le rarità dei piccoli produttori valdostani si affiancano
ai grandi classici piemontesi, ai vini di culto di tutta Italia, agli champagne,
da gustare ai tavoli del ristorante o da sorseggiare seduti accanto al fuoco.

 

Il bar della lounge: qui l’atmosfera montana del legno e del fuoco viene
esaltata dalla selezione di distillati e di tisane.

 

Grandi momenti per le papille gustative dell’anima.

Ristorante

Scopri

Per entrare al ristorante non devi aprire una porta, basta seguire il profumo.
Ad esempio il profumo della seuppa alla valpellinentze, della polenta,
della trota affumicata con larice valdostano, degli umidi di carne,
del fondant caldo al cioccolato.

 

Siamo in Valle d’Aosta: te lo ricorda a ogni sguardo il Cervino,
che si ammira dalle finestre e sulle fotografie e litografie che ricoprono
quasi internamente le pareti del ristorante.

 

E te lo sussurrano i sapori  che ti accompagnano:
ricette della tradizione valdostana reinterpretate con gusto contemporaneo,
e piacevoli influenze piemontesi, francesi e mediterranee.

Un ambiente naturale alpino purissimo, una tradizione secolare
nell’agricoltura, nell’allevamento e nella produzione di formaggi:
la Valle d’Aosta fornisce le condizioni ideali per produrre ingredienti
di altissima qualità.

 

Damiano Ceva, lo chef delle Neiges, fa il resto.

 

Ecco il menù delle sue convinzioni:

 

-filiera corta, cortissima, con ingredienti scelti da piccoli produttori locali
-assoluta stagionalità delle materie prime
-cotture brevi, per mantenere al massimo i valori e
i sapori autentici di ogni ingrediente.

 

Il ristorante delle Neiges d’Antan conquista da anni i recensioni
delle più autorevoli guide gastronomiche
(Michelin, L’Espresso, Gambero Rosso, Veronelli).

 

Ma soprattutto è capace di conquistare di chi ama un posto dove gusto
e buon gusto convivono squisitamente.
Dove ogni momento diventa un piacere da gustare intimamente e
conservare nei propri ricordi più buoni.

 

Questo è il vero tocco magico dello chef e dell’ambiente:
portare il palato un po’ più vicino al cuore.

Menu

Scopri

Il menù cambia insieme al tempo, alle stagioni, ai formaggi che stagionano,
alla frutta che matura, agli ortaggi che vengono raccolti.

 

Ci sono alcuni grandi classici delle Neiges d’Antan che i clienti più
affezionati ritrovano sempre con piacere, e che sono una meravigliosa
sorpresa per chi si siede per la prima volta a questi tavoli.

 

GLI ANTIPASTI

 

La trota affumicata che aromatizziamo con il fumo di pigne di larice
valdostano: viene tagliata finissima e servita con il burro di panna e
i crostoni di pane caldo.

 

Il foie gras d’anatra: lo facciamo seguendo fedelmente la grande
tradizione francese, e lo serviamo con gelatina allo Chablis, crostoni di pane
bianco e un calice di Sauternes.

 

L’antipasto valdostano, con i boudins e i salamini, il lardo di Arnad,
il prosciutto crudo di Bosses, la mocetta di camoscio e la carne salata
di manzo che aromatizziamo e stagioniamo qui in casa.

 

Il carrello di antipasti, con i tomini elettrici, la lingua di manzo
salmistrata, l’aringa affumicata alla francese, le acciughe in salsa verde,
i fagioli, i peperoni in bagna caoda, le zucchine e le trote in carpione,
la ricotta condita (salagnon).

 

I PRIMI PIATTI

 

La seuppa alla Valpellinentze, un grande classico della cucina
valdostana,
fatta con pane, foglie di cavolo, fontina, brodo di carne,
burro noisette e gratinata al forno.

La seuppetta di Cogne, con pane, riso, cannella, fontina d’alpeggio,
brodo di carne e gratinata al forno.

 

La polenta grassa di farina integrale, come la faceva la nonna a
mezzogiorno nelle lunghe e malinconiche domeniche d’inverno:
ricca di burro e di fontina, esigeva ‘la tana’, il pisolino, dopo averla mangiata.

 

La soupe à l’oignon, la
 classica zuppa di cipolla gratinata, piatto tipico
delle antiche brasserie parigine, con rondelle di pane bianco abbrustolito e
l’Emmentaler che arriva dalla Svizzera, giusto al di là del Cervino.

Le tagliatelle fatte in casa con il tomino fresco e le olive,
la genuinità della pasta fatta a mano insieme al profumo e il sapore del bosco.

 

I ravioli alla piemontese al burro e salvia: lo chef Damiano Ceva è
piemontese, e questo è un omaggio alla grande
tradizione gastronomica della sua terra.

 

Gli gnocchi di patate Damian: fatti in casa con patate valdostane, e
insaporiti con petali di bacon croccante, panna e insalata trevigiana.

 

I SECONDI PIATTI

 

Gli umidi
 misti di carne: riprendono le ricette valdostane più antiche
unendo un pizzico di influenze culinarie italiane e francesi, e sono serviti
con polenta integrale biologica macinata a pietra.

Il filetto di manzo al pepe verde del Madagascar flambé al cognac, servito con patate lesse in intingolo.

 

La tagliata di manzo con rucola e dadolata di pomodoro fresco,
un gustoso connubio fra la qualità della carne valdostana e
i profumi mediterranei.

 

La trota poêlée su letto di insalata di agrumi, anche in questo caso una
felice unione fra un sapore tipico di montagna e ingredienti che vengono
da terre calde.

 

Il filetto di cervo alla griglia profumate al rosmarino e aglio;
la cottura rapida alla griglia esalta il gusto intenso di questa carne.

 

La fonduta alla valdostana con crostoni di pane nero, un classico
irrinunciabile per immergersi voluttuosamente
nel piatto valdostano più amato.

 

Il petto d’anatra all’aceto balsamico: il petto d’anatra è un piatto
tradizionale della cucina francese; l’incontro con l’aceto balsamico
svela profumi e sapori sorprendenti.

 

I FORMAGGI

 

Fontina, ovviamente, ma quella d’alpeggio, dal sapore più deciso e
dal profumo che racconta di erbe d’alta quota.

 

E non solo Fontina: giriamo le fiere e i mercati valdostani alla ricerca
di quelle forme particolari e di quei sapori rari che costituiscano
un’esperienza di gusto per gli amanti dei formaggi.

 

I DESSERT

 

La tavolozza di frutte cotte:
 pere martine in gelatina di vino rosso, uvetta,
rabarbaro, prugne, pesche, albicocche, fichi e
mele renette di Variney in compote.

I gelati fatti in casa, con il latte fresco valdostano e la frutta di stagione.

 

Il fondant al cioccolato, tortino con il cuore fondente,
cotto al momento e servito caldo.

 

La pasticceria fatta in casa secondo i prodotti di stagione e
gli estri del nostro pasticcere Piergiorgio:

 

l’aspic di frutta di stagione in gelatina di moscato;

 

il crème caramel;

 

le bavaresi;

 

la Mousseline Mimì;

 

la crema peruviana con cioccolato, caffè e caramello;

 

la crema del Marahdja al pistacchio;

 

lo spettacolare Monte Cervino;

 

le crostate al lampone, limone e alla frutta di stagione;

 

il Cestino di pan di spagna alla frutta;

 

il dolce al cioccolato e semi di papavero;

 

la sfogliata di mele renette;

 

la cassata alla siciliana;

 

le albicocche alla Bourdaloue;

 

lo strudel;

 

la mousse al cioccolato bianco.

Vini ed Enoteca

Scopri

La carta dei vini delle Neiges d’Antan è una delle letture più amate
dagli estimatori dell’arte enologica.

 

Case vinicole di tradizione secolare accanto a winemaker di talento,
grandi nomi di culto e piccoli produttori che saranno una piacevole scoperta,
i nobili rossi piemontesi e toscani accanto ai bianchi di montagna,
gli Champagne, i Bordeaux e i Sauternes…

 

Una collezione di grandi piaceri, da gustare a tavola o da sorseggiare davanti al camino.

 

Ovviamente, uno spazio importante è riservato ai vini valdostani.
Come terra di confine, la Valle d’Aosta ha assorbito nei secoli numerose
influenze, punto d’incontro fra la cultura vinicola francese e italiana,
con la particolarità di vigneti tra i più alti d’Europa.

 

Se vuoi entrare nel cuore del connubio
vino – Les Neiges d’Antan, scendi in cantina.

 

Il lunedì è la serata magica, con la cantina illuminata da centinaia di candele
e lumini, per un aperitivo speciale e memorabile, una degustazione non solo
di grandi vini ma di un’atmosfera incantata.


LA CARTA DEI VINI LES NEIGES D’ANTAN
 (PDF)

Breakfast

Scopri

Ti svegli.
Saluti il Cervino.
Fai pochi passi dalla tua camera.

 

Anche le delizie che ti aspettano per colazione hanno fatto poca strada.

 

Le marmellate sono fatte in casa, così come
il pane nero e di segale su cui spalmarle.

 

Torte e croissant sono preparati ogni giorno
dal nostro pasticcere Piergiorgio Omarini.

 

I formaggi e i salumi arrivano da piccoli produttori artigianali della Valle.

 

Le uova arrivano da galline che vivono su queste montagne.

 

E anche lo yogurt di montagna e il latte fresco biologico sono valdostani.

 

Lamponi, ribes, mirtilli, prugne e albicocche che usiamo per le nostre
marmellate sono raccolti in bassa Valle, a Chatillon.

 

Se le arance crescessero in Valle d’Aosta useremmo solo quelle,
ma per il momento scegliamo arance biologiche siciliane
da spremere al momento.

 

Scegli i cereali, la frutta fresca o quella secca.

 

Ti puoi gustare l’autentico e rilassante rituale del tè con le foglie
di Darjeeling o Green Jasmine lasciate in infusione
nella tradizionale teiera giapponese in ghisa.

 

Comincia la giornata con una meraviglia.
E’ la colazione alle Neiges d’Antan.

valle-d_aosta
welness_valle-d_aosta
bike
logo-viva
saveurs_du_val_d_aosta